//Il suicidio, in particolare il suicidio degli studenti

Collana Psicologia

Il suicidio, in particolare il suicidio degli studenti

 15,00

Spese di spedizione GRATUITE

Autore Discussioni della Società Psicoanalitica Viennese
Editore Maria Margherita Bulgarini
Edizione 2018
Pagine 132
Confezione Brossura
Formato 130x190
ISBN 978889801557

Il testo è la traduzione del n.1 della rivista Diskussionen des Wiener Psychoanalitischen Vereins del 1910.
Il titolo di copertina è stato lasciato anche in lingua originale: la traduzione in italiano del titolo Ueber den Selbstmord insbesondere den Schueler-Selbstmord, letteralmente ‘il suicidio con specifico riferimento al suicidio di scolari’, non sarebbe stato corretto sul piano lessicale.
Schueler nell’organizzazione scolastica austriaca e tedesca è termine con il quale vengono compresi coloro che frequentano la scuola dalla prima elementare fino al compimento degli studi superiori. La casistica infatti trattata nel testo riguarda prevalentemente soggetti adolescenti
Nel nostro percorso scolastico, in Italia, con il termine ‘scolaro’ si intende chi frequenta le scuole elementari; coloro che frequentano la scuola media rientrano già nella definizione ‘studenti’. Gli ‘Studenten’, nell’area scolastica austro -tedesca sono invece coloro che studiano e quindi frequentano l’Università. Per questa ragione si è ritenuto lasciare il frontespizio di presentazione nel suo titolo originale. All’interno del testo si è convenuto di usare il termine italiano di ‘studente’.

Categoria:

Nell’autunno del 1902 Sigmund Freud inviò a quattro medici (Adker, Kahane, Reitler e Steke) una cartolina con la quale li invitava ad un incontro nel suo studio in Berggasse, 19; l’incontro ebbe luogo il 2 novembre 1902, di mercoledì, rimasto poi, negli anni, il giorno fisso anche per le riunioni in avvenire. Il testo edito è il primo numero della Rivista ‘Wiener psychoanalitischen Diskussionen‘ pubblicato nel 1910. Si tratta cioè del primo testo scritto, reso pubblico per iniziativa degli stessi soci, che riporta integralmente una discussione dei membri dell’Associazione Psicoanalitica Viennese.
In precedenza tutte le ‘Discussioni’ erano state sempre minutate, corrette ed archiviate, ma rimanevano riservate ai soli membri dell’Associazione. Fino ad allora erano stati resi pubblici sul ‘ Wiener Tageblatt’ solo degli stralci delle ‘Discussioni’ a cura di uno dei membri, il dr. Stekel, il vero promotore di questa iniziativa. Si tratta quindi dell’atto di nascita, di uscita pubblica della psicoanalisi, l’ufficializzazione della nuova metodologia scientifica afferente la struttura psichica: in sostanza la dichiarazione della sua ‘esistenza in vita’. In merito al tema trattato ‘Il suicidio in particolare il suicidio degli studenti’, la drammaticità delle problematiche giovanili lo rendono attuale anche se mascherato sotto variegate forme. Il contesto socio-culturale si è sì modificato profondamente, però gli attori, gli agenti sono sempre gli stessi: adolescenti, famiglia, scuola, società, così avviluppati che vi si contorcono come in un girone dantesco.
Al termine degli interventi il prof. Freud così riassume: ‘Miei signori… nonostante il prezioso materiale… non si è giunti ad una conclusione….Rinviamo pertanto il giudizio a quando l’esperienza avrà risolto queste tematiche!’ Le parole conclusive del prof. Freud, fiduciose fideisticamente nell’esperienza per la soluzione di queste tematiche, ci dovrebbero far sentire perciò impegnati a perseguire l’obiettivo di renderle realizzabili: ne va del nostro futuro.

L. Ferdano Pierucci

L. Ferdano Pierucci – laurea in Lingue all’Università Bocconi di Milano e Pedagogia all’Università di Genova, specializzazione in Psicologia all’università di Torino – è analista di formazione adleriana. Ha svolto attività di psicologo per il S.S.N. nella A.S.L. di Massa Carrara. Ha pubblicato con l’Istituto di Psicologia dell’Università di Genova il Test Genitori e Figli del prof. Gy. Elkàn dell’Università di Budapest. Ha tradotto e curato la postfazione I tre periodi di Freud nel testo di H. L. e R. Ansbacher Alfred Adler’s Individual Psychologie, 1995, pubblicato da G. Martinelli con il titolo La psicologia Individuale di Alfred Adler, 1997.
Nel 2011 ha curato la traduzione del testo di Josef Rattner Alfred Adler, e nel 2017, sempre di Josef Rattner, Attualità dell’antica filosofia dei Greci.
È inoltre autore di pubblicazioni su riviste specializzate.

Ti potrebbe interessare…